La mia Altavilla incontro al futuro

 

IMG_20150718_101821

 Ci sono momenti nei quali la prospettiva dei tuoi ricordi improvvisamente cambia, regalando al vissuto della tua storia personale virate inedite, che ad un tratto ti fanno inquadrare il tuo usuale pezzo di mondo da tutt’altra angolazione… è quello che è accaduto a me, ora che ho avuto l’occasione di poter ammirare per la prima volta il paesaggio della media valle del Sabato dall’alto della terrazza del Palazzo Baronale di Altavilla Irpina, di recente restaurato e riaperto al pubblico.

 IMG_20150718_101838
IMG_20150718_095709  Altavilla sta esattamente a metà strada tra Avellino e Benevento, distante 15 chilometri di curve in campagna sia dall’uno che dall’altro capoluogo; la trovi in cima ad una collinetta che si alza nel mezzo delle distese di noccioleti e vigneti che tappezzano tutta quest’area della Bassa Irpinia dove, appena superato il massiccio del Partenio, il terreno montuoso incomincia a digradare lentamente verso il Sannio. E’ il paese dove è nato mio padre, dove da bambino sono venuto infinite volte e dove torno ancora adesso, per motivi e interessi familiari, e dove rifletto spesso sul fatto che il tempo qui sembra non essere mai trascorso, fermo come lo ritrovo alla serena magìa degli anni settanta della mia pallida memoria di bimbo. Ovviamente non è così, e non potrebbe essere altrimenti, ma credetemi, almeno per il visitatore, anche quello abitudinario come me, la sensazione è un po’ quella, di approdare in un luogo magico dove l’orologio sembra essersi fermato.

         IMG_20150718_095746      IMG_20150718_095827

 Tutto questo fino a qualche giorno fa: ma adesso… percorso il viale d’ingresso, varcato il portone alla soglia, attraversato il cortile interno, salite le scale fino all’ampio belvedere… eccomi qua! Sono a guardare luoghi a me familiari da non molti metri più in su del solito, ma incredibilmente tutto acquista un impatto nuovo, un po’ come  accadeva in quel bel film con Robin Williams, “L’attimo fuggente”, ve lo ricordate? Sali sul banco ed il mondo cambia, non è più lo stesso visto di lassù!

     IMG_20150718_130736    IMG_20150718_100158    IMG_20150718_095941    IMG_20150718_100034

 Allo stesso modo anche Altavilla è cambiata: e questa nuova posizione guadagnata dal paese rappresenta bene il simbolo del suo nuovo corso, del futuro che la attende. Uno spazio inedito tutto da vivere e conquistare: è già operativo un bel bar all’aperto per i giovani che, appaltato a tempo di record con lusinghiera efficienza amministrativa, movimenterà con allegria le serate dei prossimi fine settimana estivi, e c’è già una sala convegni in funzione: oggi per un qualificato incontro di informazione e divulgazione cardiologica, domani per appuntamenti di uguale livello, peraltro già lungimirantemente in programma anche quelli.

IMG_20150718_130631

   IMG_20150718_104638        IMG_20150718_104108         IMG_20150718_124842

 Io mi sento molto attratto da queste sfide, che reinterpretano gli scenari di una parte della mia quotidianità ripresentandomeli sotto una luce nuova e bella, nella quale l’arte e la storia incontrano la società e l’attualità, proiettando un’altra delle tante delicate e fragili periferie locali di questa sinora sfortunata provincia in una dimensione che le permetta di guardare con entusiasmo a se stessa come fulcro di vitalità e novità, invece del triste e dimesso teatro di isolamento e spopolamento che la dura realtà ha spesso sinora imposto da queste parti… e sono proprio curioso di vedere come evolverà e cosa porterà ancora la realizzazione di progetti come questo, di capire come questa comunità vorrà e saprà riappropriarsi di un suo spazio importante, per anni dimenticato, oggi invece riscoperto e ad essa sacrosantamente riconsegnato.

 IMG_20150718_130611Sapete cosa vi dico? Che io Altavilla a questo punto me la tengo d’occhio, per le diverse sorprese che ultimamente mi sta riservando… per esempio, c’è anche l’antica fontana normanna in campagna, proprio al di sotto del paese, che guarda caso è stata appena recuperata anche quella, per giunta in una imprevedibile, geniale ottica zen che… e vabbè, questa è un’altra storia, ma che tuttavia però va comunque nella stessa direzione: e lo vedete allora che ne vale davvero la pena? E allora vi aspetto tutti nella mia Altavilla, per riscoprirla insieme, reinventata con occhi nuovi e con nuovi desideri da osare: e tanta buona fortuna a chi, come noi, sul nostro bel territorio ci vuole vivere, restare e coraggiosamente scommettere!

 


IMG_20150718_130619

 

 IMG_20150616_103120       IMG_20150616_102922        IMG_20150616_102739        IMG_20150616_105936

scommettere!

Rrrr

ecco

sco

Precedente (di nuovo) Ai confini del mondo Successivo AVELTAR o se preferite AVELSTELLAR

Lascia un commento

*